Realizzazione sito web in cinese per il settore elettronica

Alfamation, società elettronica italiana, ha affidato a E-Motion Web la realizzazione della versione in lingua cinese del suo sito Internet

Quando
agosto 2021
Cosa
E-Motion Web è stata incaricata della realizzazione di un sito Internet in cinese per Alfamation, società italiana specializzata nella produzione di strumenti di misura elettronici.

Perché il cliente ha chiesto un sito web in cinese

Il cliente era consapevole che la realizzazione di un sito Internet in lingua cinese fosse ormai indispensabile per sfruttare al massimo le potenzialità commerciali offerte dalla Cina, la seconda economia del pianeta, ed entrare con successo in questo mercato.

Per la presentazione dei suoi prodotti e servizi a livello internazionale il cliente si era già affidato alla nostra agenzia per lo sviluppo di un sito in inglese. Ma anche se è fondamentale nel mondo degli affari a livello globale l’impiego dell’inglese su Internet in Cina può risultare inefficace o addirittura controproducente. Infatti:

  • l’inglese è ancora poco parlato e conosciuto non solo da parte della popolazione ma anche fra manager e imprenditori cinesi;
  • la classe dirigente cinese è orgogliosa della propria lingua, la prima del mondo con oltre 950 milioni di persone che la parlano, e privilegia i rapporti con gli stranieri che dimostrano di saperla usare;
  • le regole di Internet in Cina sono diverse da quelle applicate in Occidente.

Per queste ragioni ci ha assegnato lo sviluppo della versione in cinese del suo sito Internet. Qui di seguito ti spieghiamo come abbiamo curato questo progetto.

Traduzione dall’italiano al cinese e revisione del testo

La nostra agenzia dispone di traduttori professionisti dall’italiano al cinese, ma in queste circostanze il cliente ha preferito assegnare la traduzione dei testi a propri collaboratori.

Abbiamo comunque ricevuto l’incarico di rivedere i contenuti per controllare che potessero superare i rigidi controlli fissati dal Golden Shield Project. Questa normativa, conosciuta anche come Great Firewall, elenca una serie di parole chiave e immagini vietate dal Governo di Pechino. La Cina dispone di un sistema di sorveglianza della Rete fra i più complessi e avanzati del mondo in grado di intercettare qualsiasi riferimento ad argomenti proibiti. Le conseguenze per i siti fuori legge sono il blocco e l’oscuramento.

Se sei un imprenditore e vuoi fare affari in Cina è importante che ti ricordi che anche documenti come un articolo tecnico o una brochure pubblicitaria potrebbero apparire innocui nella esposizione italiana ma risultare offensivi per le autorità cinesi. Infatti i sistemi di sorveglianza informatici non interpretano le parole chiave proibite nel loro contesto ma in base alla loro semplice presenza. Possiamo spiegarti questo problema con un esempio basato sulla questione dell’indipendenza di Taiwan, uno degli argomenti più sgraditi per Pechino.

Un’azienda italiana che produce sistemi di guida automatici potrebbe descrivere in buona fede i suoi prodotti nel seguente modo:

“I nostri sistemi di guida operano in piena indipendenza dal controllo umano. Sono stati adottati con successo in Asia da India, Thailandia e Taiwan”.

Un lettore umano capisce subito che questo testo non ha intenzioni provocatorie. Ma per un sistema che scansiona milioni di pagine al minuto basta la presenza nella stessa frase di due parole vietate come “indipendenza” e “Taiwan” per far scattare le contromisure della censura.

Ottimizzazione SEO delle pagine Internet in cinese

Un sito Internet può ottenere ottimi risultati sui motori di ricerca occidentali e allo stesso tempo essere completamente invisibile agli utenti cinesi. Infatti la strategia SEO (Search Engine Optimization) seguita in Italia e nel resto d’Occidente è adeguata ai requisiti di Google, il motore più famoso del mondo che detiene il monopolio delle ricerche in Europa e nelle Americhe.

Ma il motore di ricerca più importante in Cina è Baidu, seguito da altre versioni locali come mostra questa classifica sulle quote di mercato coperte:

  • Baidu 70.71%
  • Haosou 8.06%
  • Shenma 7.72%
  • Sogou 3.56%
  • Google 1,71%

Google in Cina è presente con una percentuale irrisoria. Per questo motivo una strategia SEO che permetta a un sito di conquistare le prime posizioni dei motori cinesi deve essere specifica e originale per queste applicazioni. Non può essere una semplice traduzione delle keywords scelte per la versione inglese.

In questo caso abbiamo adottato le seguenti misure.

Scelta di parole chiavi cinesi adeguate al mercato di riferimento del cliente

Abbiamo analizzato le parole chiave usate in Cina nel settore industriale del cliente. Questa ricerca ci ha permesso di compilare un elenco di keywords che abbiamo inserito strategicamente nel Tag Title, nel Meta Tag e nei titoli di ogni pagina.

Nella scrittura delle stringhe di testo abbiamo anche tenuto conto del particolare metodo di ricerca usato in Cina. Infatti i cinesi scrivono query più lunghe rispetto a quelle di noi occidentali.

Registrazione di un dominio del sito localizzato in Cina

Abbiamo registrato un web hosting localizzato in territorio cinese. Questa scelta ha determinato vantaggi sia in termini di posizionamento SERP (Search Engine Results Page, lista dei risultati sul motore di ricerca) che nel miglioramento dell’esperienza utente grazie alla maggiore velocità di caricamento delle pagine.

Richiedi informazioni su "Realizzazione sito web in cinese per il settore elettronica"
Creazione di un sito web per lo studio di ingegneria Inqas
Realizzazione sito web settore automazione industriale