Come aprire un negozio su Amazon

15/07/2020

Oggi chi ha un’attività commerciale non può ignorare la necessità di aprire un negozio online e di vendere i prodotti via Internet. La quarantena imposta dal Coronavirus e la crisi economica impongono di cercare nuovi clienti fuori dal quartiere o dalla città dove si trova la propria azienda o il proprio esercizio. La vendita sulla Rete è diventata quindi sia un obbligo che un’opportunità che riguardano praticamente ogni imprenditore indipendentemente dal campo dove opera, siano automobili usate, dolci tipici, abbigliamento di lusso o giocattoli.

Noi di E-motion web abbiamo aiutato molti nostri clienti a far crescere il proprio commercio in modo rapido ed economico sviluppando siti di e-commerce responsivi. Potete chiederci un preventivo e affidare a noi il compito di creare un e-shop su misura per le vostre esigenze, permettendovi di concentrare tempo ed energie sui vostri affari. Ma se preferite affrontare questa strada da soli non ci offenderemo. Anzi, siamo qui proprio per spiegarvi come aprire un negozio online su Amazon, il più grande marketplace del mondo.

Abbiamo scritto queste istruzioni in modo semplice integrando alcuni aspetti tipici di un business plan con quelli di una guida passo per passo. Vi basterà seguire ogni passaggio per ottenere i due risultati che tutti gli imprenditori desiderano:

  1. aumentare la visibilità del marchio e dei prodotti, promuovendoli dal mercato locale/regionale a quello nazionale/europeo;
  2. trovare nuovi clienti, aumentare i guadagni ed espandere l’attività.

1) Iscrizione ai servizi di vendita di Amazon

Il primo passo per iscrivervi ai servizi di vendita di Amazon è di registrarvi sul suo portale.

In questa fase dovete avere a portata di mano le seguenti informazioni:

  • i contatti e i dati relativi all’azienda
  • il numero di telefono
  • il numero e la scadenza della carta di credito che userete per le operazioni su Amazon
  • i dati relativi al titolare o alla persona di riferimento per la gestione dell’account
  • il logo aziendale che apparirà nella vetrina di Amazon. L’immagine dovrà essere esattamente di 120 x 30 pixel per poter essere caricata

Le prime informazioni da fornire riguarderanno il paese dove svolgete la vostra attività, in questo caso l’Italia, e il tipo di azienda che possedete, da scegliere da questo elenco:

  • ditta individuale
  • impresa statale
  • società quotata
  • impresa privata
  • venditore individuale, la categoria che sceglierete se non rientrate in nessuna delle precedenti

Successivamente vi verrà chiesto di selezionare la categoria dei prodotti da vendere. La scelta è molto ampia e sicuramente troverete i vostri fra una delle seguenti:

  • abbigliamento
  • alimentari
  • auto e moto
  • birra, vino e alcolici
  • prima infanzia
  • bellezza
  • prodotti media, sia elettronici (CD, DVD, blu-ray e videocassette) che cartacei (libri)
  • informatica e accessori
  • casa e cucina/giardino e giardinaggio
  • grandi elettrodomestici
  • illuminazione
  • salute e cura della persona
  • scarpe e borse
  • software e videogiochi
  • sport e tempo libero
  • strumenti musicali e DJ
  • giochi e giocattoli
  • orologi

2) Scelta del piano di vendita

A questo punto dovrete indicare il piano di vendita che fa al caso vostro. In altre parole come preferite guadagnare. La scelta è fra due modelli:

  • l’account di base (chiamato anche Piano di Vendita Individuale), consigliato ai venditori che prevedono di avere meno di 40 vendite al mese. Per ogni articolo venduto Amazon richiede una commissione fissa di 0,99 euro + una commissione di segnalazione, ovvero una percentuale detratta dall’importo complessivo pagato dal cliente e che varia in funzione della tipologia di prodotto
  • l’account pro, per venditori che prevedono di effettuare più di 40 vendite al mese. Alla commissione fissa viene sostituito un abbonamento di 39 euro al mese (Iva esclusa), pari a 458 euro all’anno (Iva esclusa), a cui si aggiunge la commissione di segnalazione su ogni prodotto venduto

Rispetto all’account base quello pro offre i seguenti vantaggi:

  • possibilità di vendere prodotti in tutte le categorie di Amazon
  • utilizzare l’opzione di acquisto 1-click, che prevede meno passaggi rispetto all’acquisto tradizionale ed è preferita dagli utenti per la sua rapidità
  • accesso ai report sugli ordini ed ai feed collegati
  • possibilità di caricare l’inventario e le offerte attraverso strumenti automatizzati
  • accesso a Seller Central API e Web Services di Amazon, strumenti che incrementano l’efficienza del processo di vendita, riducono i problemi di gestione e migliorano i tempi di risposta ai clienti

3) Scelta della logistica

C’è chi pensa che logistica significhi semplicemente prendere dallo scaffale il prodotto che il cliente ha ordinato, impacchettarlo e spedirlo. Questa definizione può andar bene a chi ha un laboratorio nello scantinato di casa e vende poche dozzine di pezzi di un unico prodotto. Ma cosa succede se la vostra azienda vende dozzine di modelli diversi, ha migliaia di pezzi nel magazzino e ogni giorno riceve decine di ordini?

In base alle vostre dimensioni Amazon vi offre due possibilità per la gestione della logistica:

  • Logistica interna. Amazon funziona solo da vetrina di esposizione dei prodotti. Dipendono dalla vostra azienda l’evasione degli ordini, l’imballaggio, la spedizione, l’assistenza ai clienti e la gestione dei resi. Questa opzione è vantaggiosa per medie e grandi aziende che possono affidare questi compiti a reparti e figure specializzate
  • Logistica di Amazon. In questo caso inviate i vostri prodotti ad uno dei magazzini di Amazon che gestirà tutte le operazioni logistiche. Dal vostro account potrete comunque seguire ogni ordine e controllare l’inventario. Il vantaggio per voi sarà una gestione h24, 7 giorni alla settimana, indipendente dai vostri orari e dalle vostre risorse. Inoltre i prodotti affidati a questo servizio sono contrassegnati dal logo Gestito da Amazon, che rappresenta un criterio apprezzato dalla clientela viste tutte le garanzie che offre in termini di consegna, assistenza e resi

4) Scelta del tipo di prodotto da vendere

Per vendere attraverso Amazon i vostri prodotti dovranno rispondere ai seguenti requisiti:

  1. devono essere i prodotti di punta della vostra attività, quelli che vantano un’alta qualità, caratteristiche uniche e una tradizione di eccellenza locale o nazionale. Queste caratteristiche vi permetteranno di occupare più facilmente un settore del mercato
  2. devono essere di lunga conservazione
  3. devono garantire un margine di guadagno sufficiente a giustificare l’attività su Amazon. Fate bene i vostri calcoli per non scoprire, quando ormai è troppo tardi, che i guadagni non coprono le spese di imballaggio e spedizione e le commissioni di Amazon

I prodotti che sceglierete per la vendita dovranno essere poi aggiunti all’inventario all’interno del portale. Per ogni prodotto dovrete inserire i seguenti dati:

  • un breve titolo, al massimo di 100 caratteri, che descriva in modo esauriente il prodotto con tutte le informazioni essenziali. Vi suggeriamo di usare la seguente formattazione: nome del brand + nome del prodotto + misure, peso e caratteristiche principali. Evitate di scrivere tutto in maiuscolo (che in Internet equivale a gridare), di usare ilcodice HTML e di inserire i simboli & * ! $
  • una o più immagini, su sfondo bianco, di dimensioni pari a 1.000 x 500 pixel o superiori e in formato JEPG (consigliato), TIFF o PNG. Il prodotto deve occupare almeno l’85% dell’immagine
  • la quantità
  • il prezzo

Tenete presente che la policy di Amazon non ammette che nella descrizione di un prodotto vengano inseriti link al vostro sito web. Amazon infatti non accetta infatti che le facciate concorrenza sulle sue stesse pagine e questo rappresenta uno dei vincoli che dovrebbero farvi riflettere sui veri vantaggi di usarlo per il vostro commercio online.

Un’altra tentazione in cui non dovete cadere è di copiare le schede prodotto degli altri venditori. La massima content is the king che stabilisce come contenuti originali e autorevoli favoriscano il posizionamento dei siti web vale anche per i testi che descrivono i prodotti.

Durante la compilazione dell’inventario comparirà l’opzione Inventario in comune. E’ una scelta che riguarda solo quei venditori che mettono in comune prodotti identici a quelli di altre aziende, come i venditori terzi che offrono la stessa marca e modello di giocattoli.

5) Scelta della quantità di prodotto da vendere

Se decidete di usare il servizio di logistica di Amazon dovrete prendere in affitto uno spazio dei magazzini di Amazon ad una tariffa mensile di 36 euro al metro cubo, pari a 432 euro all’anno. Un metro cubo rappresenta il volume minimo che può essere affittato.

Non ci sono indicazioni su come i prodotti vengano stoccati ma dalle immagini disponibili in Rete appare che non sono impilati ma disposti su scaffali in modo da non essere schiacciati.

Quando calcolate il mix di prodotti che possono occupare un metro cubo di volume del magazzino tenete sempre conto di alcuni centimetri di tolleranza occupati dallo spessore degli scaffali.

6) Spedizione dei prodotti al magazzino di Amazon

Ogni prodotto che spedite al magazzino di Amazon deve essere provvisto di codice a barre scannerizzabile. I codici ammessi appartengono ai seguenti tipi:

  • ISBN (International Standard Book Number), a 13 cifre impiegato per la classificazione internazionale dei libri
  • UPC (Universal Product Code), a 12 cifre usato negli Stati Uniti e in Canada
  • EAN (European Article Number), a 13 cifre usato a livello internazionale
  • JAN (Japanese Article Number), identifica i prodotti giapponesi e può avere 8 o 13 cifre

Se le confezioni dei prodotti non dispongono già di un codice a barre omologato è possibile stamparlo in proprio utilizzando una delle funzioni dell’inventario di Amazon. In alternativa potete richiedere ad Amazon di applicare ai prodotti ricevuti un codice a barre, ad un costo di 0,15 euro per etichetta.

Potete spedire i prodotti ad Amazon come colli sfusi o su pallet. Il software di gestione della logistica di Amazon permette di calcolare i costi di spedizione solo per i colli sfusi. Per i pallet sarà il corriere che sceglierete a indicare i costi di trasporto in base al peso e alle dimensioni del pallet. Il nostro suggerimento è di ricorrere a un corriere affiliato di Amazon che può garantire:

  • esperienza con le procedure di Amazon
  • disponibilità di un account sul portale di Amazon per la gestione delle operazioni di consegna
  • tariffe agevolate

Lo stesso portale di Amazon contiene un elenco dei corrieri affiliati.

Se decidete di usare un pallet dovrà rispondere ai seguenti requisiti:

  • essere di tipo EPAL o EUR (1200 mm x 800 mm);
  • la sua altezza non deve superare i 180 cm di altezza (pallet compreso)
  • il peso totale non deve superare i 1.000 kg
  • ogni pallet deve essere avvolto con pellicola

Su ogni lato del pallet deve essere visibile un etichetta con i dati del mittente e della destinazione. Potete compilare le etichette tramite il software di Amazon.

Una volta che il corriere ha ritirato i colli/pallet dovrete contrassegnarli come spediti sul programma di Amazon.

Lo scarico dei colli/pallet presso il magazzino di Amazon può essere effettuato solo se voi o il corriere avete fissato un appuntamento con il centro logistico di Amazon.

7) Calcolo del prezzo di vendita

Potete calcolare il prezzo di vendita di un prodotto sulla piattaforma Amazon usando la seguente formula:

prezzo per prodotto = costi di produzione del singolo prodotto + costo di spedizione dall’azienda al magazzino di Amazon + costo di stoccaggio del singolo prodotto + costo di spedizione dal magazzino di Amazon all’acquirente + margine di profitto.

Nel valutare il margine di profitto dovete considerare la commissione di segnalazione sul prezzo pagato dal cliente richiesta da Amazon.

Conclusioni

Aprire un negozio su Amazon ha vantaggi e svantaggi. Portare la vostra attività sulla Rete ha solo vantaggi. Spetta solo a voi decidere se rimboccarvi le maniche e utilizzare i mezzi che vi offre Amazon o affidarvi all'esperienza di E-motion web nella realizzazione di siti di e-commerce.

Richiedi informazioni su "Come aprire un negozio su Amazon"
Invia
Google Page Experience, il prossimo aggiornamento dell’algoritmo di Google
Come proteggere un sito non sicuro